L’Italia è cultura, fascino, viaggi, regno di tradizioni e cuore dell’artigianato. Panacea di chicche nascoste e pronte solo a essere scoperte dalle menti più voraci e curiose. Ogni borgo, ogni città, ogni regione, ogni edificio può raccontarci storie. Di personaggi bizzarri, di manie e vizi, di momenti di vita, di tradizioni e misteri.

Caratteristica fondamentale del nostro bel Paese è senza ombra di dubbio il cibo che offriamo. 

La cucina italiana infatti ha il più elevato numero di cibi certificati al mondo; tra DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta) sono ben 274, oltre 20% dei prodotti europei complessivi, senza contare i vini DOC e DOCG, poco meno di 400, e IGT, oltre 100.

Le ragioni sono molteplici, innanzitutto di tipo geografico, legate alla posizione strategica dell’Italia al centro del Mediterraneo, in una fascia a clima temperato ricca di corsi d’acqua: l’equilibrio e la durata delle ore di luce, unite alla presenza di ampie risorse d’acqua salata e dolce hanno consentito lo sviluppo dei commerci, dell’agricoltura e dell’allevamento, in un periodo di tempo di circa 100 secoli.

 In questo lungo ciclo si sono susseguite numerose civiltà che hanno attraversato lo stivale e le sue isole, modificando l’assetto culturale, economico e sociale, e mescolando e arricchendo anche i tratti delle culture gastronomiche, con una combinazione e ricchezza uniche.

 Ma non sono di certo estranee alla presenza di così tante eccellenze agroalimentari le ragioni storiche, causate dall’intensa e lunga storia culturale del paese, dal Neolitico passando per la civiltà romana, alla cristianizzazione dell’Impero, che fece di Roma la propria capitale, sino alla complessa e ricca storia medievale e rinascimentale e oltre, arrivando ai giorni nostri.

Solo in Italia esistono così tanti vitigni e così diversi tra loro, un numero di pani, paste, dolci e formaggi così ampio. 

Ogni cucina regionale ha un profilo così deciso e distinto, inconfondibile ed esclusivo, appetibile per gli stranieri e motivo di grande orgoglio per gli Italiani.